Developer Toolkit

Developer toolkit (DTK) è un componente aggiuntivo per NVDA che aiuta gli sviluppatori non vedenti e ipovedenti a creare in modo indipendente interfacce utente o contenuti Web visivamente accattivanti. Esso fornisce tasti che vi consentono di navigare tra gli oggetti ed ottenere informazioni su di essi, come la loro dimensione, posizione, e le loro caratteristiche. Per iniziare ad utilizzare DTK, focalizzate il controllo interessato, poi premete ALT+WINDOWS+K. Per disabilitarlo, premete nuovamente ALT+WINDOWS+K. In un sito web, premete NVDA+SPAZIO per mettere NVDA in Modalità Focus e premete NVDA+SHIFT+SPAZIO per disabilitare la navigazione a lettere singole.

Tasti

Quando DTK è attivo sono disponibili i seguenti tasti.

  • Alt+windows+k – Attiva o disattiva DTk.
  • Freccia sinistra – Passa all'oggetto precedente allo stesso livello (fratello)
  • Freccia destra – Passa all'oggetto successivo allo stesso livello (fratello)
  • Freccia su – passa all'elemento di livello superiore, genitore.
  • Freccia giù – Passa all'elemento di livello inferiore, primo figlio.
  • Control+home – Passa all'elemento di livello più alto, primo genitore.
  • HOME - Passa al genitore relativo se ne è stato assegnato uno. (n.d.t.: Il genitore relativo è un oggetto rispetto al quale si possono calcolare distanza e posizione degli altri oggetti.)
  • A – Nei contenuti web, legge l'attributo HTML. Premere due volte velocemente per copiarlo negli appunti.
  • B – Legge la posizione del bordo inferiore dell'oggetto. Premere due volte per copiarla negli appunti.
  • SHIFT+B - Legge la distanza tra il bordo inferiore dell'oggetto e il bordo inferiore del genitore relativo. Premere due volte per copiarla negli appunti.
  • C – Legge il numero di elementi (figli) contenuti nell'oggetto. Premere due volte per copiare negli appunti.
  • control+c - Cicla tra i valori RGB, Hex, e Nome per i colori.
  • Control+d – abilita/disabilita i messaggi dettagliati.
  • F – Nei contenuti web, legge le informazioni sul carattere e la formattazione dell'oggetto. Premere due volte per copiare negli appunti.
  • H – Legge l'altezza dell'oggetto. Premere due volte per copiare negli appunti.
  • L – Legge la posizione del bordo sinistro dell'oggetto. Premere due volte per copiarla negli appunti.
  • n - Legge il nome dell'oggetto. Premere due volte per copiare negli appunti.
  • CTRL+P - Imposta l'oggetto selezionato come genitore relativo, per ottenere dimensione/posizione degli oggetti.
  • p – Legge il nome del genitore relativo. Premere due volte per copiare negli appunti.
  • R – Legge la posizione del bordo destro dell'oggetto. Premere due volte per copiarla negli appunti.
  • SHIFT+R - Legge la distanza tra il bordo destro dell'oggetto e il bordo destro del genitore relativo. Premere due volte per copiarla negli appunti.
  • ALT+R - Legge il ruolo/tipo di controllo dell'oggetto. Premere due volte per copiarlo negli appunti.
  • s – Legge il numero di oggetti dello stesso livello (fratelli) dell'oggetto attuale. Premere due volte per copiare negli appunti.
  • SHIFT+S - Legge gli stati del controllo relativi all'oggetto. Premere due volte per copiarli negli appunti.
  • T – Legge la posizione del bordo superiore dell'oggetto. Premere due volte per copiarla negli appunti.
  • V – Legge la versione di Developer Toolkit. Premere due volte per copiarla negli appunti.
  • W – Legge la larghezza dell'oggetto. Premere due volte per copiarla negli appunti.

Note

  • Quando utilizzate il tasto home, o una sua qualunque versione modificata, quello sul tastierino numerico non funziona, perché NVDA invia il keypress del tasto numpad7 anziché di numpadhome. Altri add-on che tentano di riassegnare numpad7 al tasto home falliscono in questo add-on.
  • Quando si utilizza la funzionalità genitore relativo, DTK imposterà il desktop come genitore relativo sotto le seguenti condizioni.

    • L'oggetto focalizzato e il genitore relativo coincidono.
    • Il genitore relativo non è un antenato diretto dell'oggetto focalizzato.
  • DTK non può accedere a informazioni quali regole CSS, padding, bordi o z-index. Il farlo richiede che vi si acceda al di fuori del contesto di NVDA, il che comporta un problema di sicurezza per gli utenti.

Problemi noti

  • La lista personalizzabile di attributi dei caratteri che si trova nelle impostazioni di Developer Toolkit può essere scomoda da usare. Questa è una limitazione della libreria dell'interfaccia utente di NVDA.

Cronologia versioni

Novità nella versione 20.04

  • Aggiunto un tasto (home) che dà la possibilità di passare al genitore relativo definito in precedenza.

Novità nella versione 20.03

  • Aggiunto un tasto (ALT+R) che fornisce il tipo di controllo dell'oggetto focalizzato. Esempi di tipo di controllo (control type) includono pulsante, elemento di elenco, elenco, casella di controllo e sezione.
  • Aggiunto un tasto (SHIFT+S) che fornisce lo stato del controllo dell'oggetto focalizzato. Esempi di stato di controllo (control state) includono focalizzato, focalizzabile, selezionato, attivato, premuto e di sola lettura.
  • Rimosso il supporto per l'id unico di IAccessible, non affidabile nella maggior parte dei contesti.
  • Numerazione delle versioni abbreviata in xx.yy, dove xx sono le ultime due cifre dell'anno corrente e yy è il numero aggiornato per l'anno stesso. Quindi 20.03 è il terzo aggiornamento importante del 2020.

Novità nella versione 2020.2

  • All'avvio di DTK, nelle pagine web la posizione attuale del cursore viene conservata.
  • Rimosso il supporto per le stringhe Unicode, obsoleto.
  • Rimossa l'impostazione abilita/disabilita Developer Toolkit dalla finestra impostazioni di Developer toolkit, che si trova nel menù di NVDA->Preferenze->Impostazioni. Gli utenti possono ancora compiere questa operazione premendo alt+windows+k.
  • Gli attributi di formattazione, forniti premendo 'f' quando Developer Toolkit è abilitato, sono ora configurabili in Preferenze->Impostazioni->Developer Toolkit dal menù di NVDA.

    • Aggiungete nuovi attributi di formattazione attivando il pulsante 'nuovo attributo'. Digitate il nome di un attributo di formattazione valido, premete tab per metterlo nella lista, poi premete esc per lasciare la modalità di editing.
    • Rimuovete un attributo selezionandolo dalla lista ed attivando poi il pulsante 'cancella attributo'.
    • Rinominate un attributo attivando il pulsante 'rinomina attributo', digitando il nuovo nome, premendo tab per metterlo nella lista e premendo poi esc per lasciare la modalità di editing.
    • Spostate un attributo in alto nella lista selezionandolo ed attivando il pulsante 'Sposta su'. Ripetete l'operazione finché non raggiunge la posizione desiderata nella lista.
    • Spostate un attributo in basso nella lista selezionandolo ed attivando il pulsante 'Sposta giù'. Ripetete l'operazione finché non raggiunge la posizione desiderata nella lista.
  • Ora gli utenti hanno la possibilità di cambiare il modo in cui i valori dei colori sono mostrati quando si acquisiscono le informazioni sulla formattazione. L'impostazione si trova in Preferenze->Impostazioni->Developer toolkit, scegliendo poi un formato opportuno per i colori. Tale formato può anche essere modificato premendo control+c quando Developer toolkit è attivo.

    • Valori RGB - Red/Green/Blue. Definiscono un colore tramite una combinazione dei colori rosso, verde e blu. Buono per le arti grafiche, specialmente i colori sicuri non web.
    • HEX - stringa che inizia con un '#' seguito da 6 caratteri esadecimali. Di solito buono per il contenuto web.
    • Nome - il nome del colore in linguaggio naturale. Buono per l'uso comune e per verificare altri formati per i colori.

Novità nella versione 2020.1.1

  • Migliorato il supporto unicode.

Novità nella versione 2020.1.0

  • Ora gli sviluppatori hanno la possibilità di concentrarsi su aree più piccole delle loro interfacce utente, premendo CTRL+p per impostare un genitore relativo. Utilizzate un genitore relativo come punto di riferimento quando acquisite informazioni su dimensione e posizione. Per utilizzare questa funzione, abilitate DTK, navigate fino all'oggetto da utilizzare come genitore relativo, quindi premete CTRL+p. Poi tornate al vostro lavoro come sempre.
  • Quando lavorate in DTK, premete la lettera p per conoscere il nome del genitore relativo. Premetela due volte velocemente per copiarlo negli appunti.
  • Quando DTK è attivo, utilizzate SHIFT+b per conoscere la distanza tra il bordo inferiore dell'oggetto focalizzato e quello del genitore relativo.
  • Quando DTK è attivo, utilizzate SHIFT+r per conoscere la distanza tra il bordo destro dell'oggetto focalizzato e quello del genitore relativo.
  • DTK ora gestisce bene il passaggio tra i vari profili di configurazione.
  • Rimosso 'preview' dal numero di versione per evitare problemi con Add-on Updater.

Novità nella versione 2020.0 preview

  • Modificato il numero di versione in 2020.0 preview per riflettere l'imminente passaggio a Python 3.
  • Aggiunta la compatibilità con Python 3.
  • Aggiunto un nuovo tasto, "n", che legge il nome dell'oggetto. Se all'oggetto focalizzato non è assegnato alcun nome, viene pronunciata la parola 'nessuno' come nome dell'oggetto.
  • DTK non aggiunge più schede impostazioni doppie nella finestra Impostazioni di NVDA quando gli add-on vengono ricaricati.

Novità nella versione 2019.1.2

  • Ora DTK riporterà i valori di dimensione e posizione se sono uguali a 0.
  • Ora la navigazione rispetta le impostazioni sui messaggi dettagliati.
  • Le informazioni su dimensioni e posizione sono state rese più concise.
  • Miglioramenti alla stabilità.

Novità nella versione 2019.1.1

  • DTK non tenterà più di caricarsi più volte quando legge il numero di versione (tasto v).
  • Contrariamente a quanto accadeva in precedenza, DTK sarà ora disabilitato all'atto dell'installazione. Ciò è diverso dall'abilitare o disabilitare l'add-on nella finestra Strumenti->Gestione componenti aggiuntivi di NVDA.
  • I messaggi mostrati all'utente ora possono contenere caratteri non ascii.
  • La pressione di tasti quali a, b, c, f, h, l, r, s, t, v e w non interrompe più la sintesi di NVDA quando si effettuano copie negli appunti.

Novità nella versione 2019.1

  • Risolto un problema di compatibilità a causa del quale DTK dichiarava una versione minima di NVDA che non è stata ancora rilasciata.

2019.0 (prima versione stabile)

  • Versione iniziale con navigazione di base.