Resource Monitor

  • Autori: Alex Hall, Joseph Lee, beqa gozalishvili, Tuukka Ojala e altri collaboratori di NVDA
  • Scarica la versione stabile
  • NVDA compatibility: 2020.4

Questo componente aggiuntivo fornisce informazioni sulle prestazioni di sistema, quali carico della CPU, utilizzo della memoria e molto altro.

Tasti rapidi

  • NVDA+Shift+E: fornisce informazioni sulla quantità di ram utilizzata, sul carico medio della cpu e sulla batteria, se disponibile.
  • NVDA+Shift+1: Fornisce informazioni sul carico medio delle CPU e, se sono presenti processori multicore, informazioni dettagliate sul carico di ciascuna CPU presente nel sistema.
  • NVDA+Shift+2/5: Fornisce informazioni sulla quantità di Ram fisica e virtuale utilizzata e totale.
  • NVDA+Shift+3: riporta la dimensione totale e la percentuale di utilizzo delle unità disco locali e rimovibili.
  • NVDA+Shift+4: riporta la percentuale di carica della batteria, lo stato di carica, il tempo rimanente (se non in carica), e un messaggio di avviso se la carica è bassa o molto bassa.
  • NVDA+Shift+6: riporta l'Architettura della CPU 32/64-bit, la versione di Windows utilizzata e il numero del service pack.
  • NVDA+Shift+7 riporta il tempo di attività del sistema.

Se si dispone di NVDA 2013.3 o superiore, è possibile modificare questi tasti rapidi dalla finestra Gesti e Tasti di Immissione.

Note d'utilizzo

Questo componente aggiuntivo non sostituisce applicazioni quali Task Manager o altri software che forniscono informazioni di sistema per Windows. Inoltre si tenga presente che:

  • L'utilizzo della CPU è riportato per processori logici, non core fisici. Questo è evidente per i processori che utilizzano Hyper-Threading dove il numero di CPU è il doppio del numero di core della CPU.
  • Se è in corso un notevole processo sul disco, come ad esempio la copia di file di grandi dimensioni, ci potrebbero essere dei ritardi nell'ottenere informazioni sull'utilizzo del disco.
  • Questo add-on richiede Windows 7 Service Pack 1 o superiore.

Version 21.04

  • NVDA 2020.4 or later is required.
  • Updated psutil dependency to 5.8.0.
  • When pressing add-on commands twice to copy resource information to clipboard, NVDA will announce resource summary that is being copied.

Version 21.01

  • Updated psutil dependency to 5.7.3.
  • Shortened Windows version message.
  • On Windows 8.1, build.revision will be announced as part of Windows version message, similar to Windows 10.

Novità nella versione 20.09

  • Il tempo di attività del sistema è ora fornito come giorni, ore, minuti, secondi.
  • Windows Server Insider Preview build 20201 o superiore è correttamente riconosciuto come una Server Insider build.

Novità nella versione 20.07

  • Windows 10 Versione 20H2 è riconosciuto correttamente quando si ottengono le informazioni sulla versione di Windows (NVDA+Shift+6).
  • Semplificato il messaggio sulla versione di Windows: Windows 10 AAMM invece di Windows 10verAAMM quando si preme NVDA+Shift+6.

Novità nella versione 20.06

  • Risolti molti problemi con lo stile del codice e bug potenziali con Flake8.

Novità nella versione 20.04

  • Aggiornata la dipendenza psutil alla versione 5.7.0.

Novità nella versione 20.01

  • E' richiesto NVDA 2019.3 o superiore a causa dell'utilizzo massiccio di Python 3.

Novità nella versione 19.11

  • Migliorato il rilevamento delle Windows Insider Preview builds, , specialmente per le versioni 20H1 e superiori..

Novità nella versione 19.07

  • Aggiornata la dipendenza psutil alla versione 5.6.3.
  • Modifiche interne al comando per la vocalizzazione dello stato della batteria.

Novità nella versione 18.12

  • Modifiche interne per supportare le future versioni di NVDA.

Novità nella versione 18.10

  • Il codice è stato reso più compatibile con Python 3.
  • Aggiornata la dipendenza psutil alla versione 5.4.7.
  • Nel ricavare la capacità del disco o della memoria in uso, NVDA non riporterà errori se si utilizza un computer o un servizio con più di un petabyte di RAM o di spazio disco.
  • I valori per l'utilizzo della memoria e del disco sono indicati con un massimo di due cifre decimali (ad es. 4.00 GB invece di 4.0 GB).
  • Migliorato il rilevamento delle Windows Insider Preview build.

Novità nella versione 18.04

La versione 18.04.x è l'ultima release che supporta le versioni precedenti a Windows 7 SP1.

  • Ultima versione che supporta Windows Server 2003, Vista e Server 2008.
  • Miglior rilevamento delle versioni di Windows 10 e miglior distinzione tra le Public e Insider building.

Novità nella versione 17.12

  • Aggiunto il supporto per i processori ARM a 64 bit su Windows 10.

Novità nella versione 17.09

Importante: la Versione 17.09.x è l'ultima versione che supporta Windows XP.

  • Ultima versione per Windows XP.
  • Windows 10 build 16278 e superiore è riconosciuta come Versione
    1. Quando verrà rilasciata la versione stabile di Windows 10 1709, verrà rilasciato un aggiornamento minore per questo componente aggiuntivo.

Novità nella versione 17.07.1

  • Reintroduce il supporto per Windows XP (non funzionante dalla versione 17.02).

Novità nella versione 17.05

  • Vocalizzazione dell'attività del sistema (il tempo trascorso dall'ultimo avvio; NVDA+Shift+7).

Novità nella versione 17.02

  • Aggiornata la dipendenza psutil alla versione 5.0.1.
  • Quando si controlla l'utilizzo del disco, NVDA non mostrerà più una finestra di errore in alcuni sistemi, nei quali un'unità rimovibile non è riconosciuta correttamente (come quando una memory card non è inserita in un card reader).)

Novità nella versione 16.08

A partire dalla versione 16.08, le versioni dell'add-on saranno mostrate come anno.mese.revisione.

  • Diverse revisioni di Windows 10 ora sono correttamente riconosciute (come la 1607 per la build 14393).
  • Le build revisions di Windows 10 (dopo l'installazione di aggiornamenti cumulativi) sono riconosciute correttamente (ad esempio la 14393.51).
  • Se si utilizzano le Insider Preview builds, questo fatto è riconosciuto.

Novità nella versione 4.5

  • Il repository dell'add-on è stato spostato su GitHub (lo si trova all'indirizzo https://github.com/josephsl/resourcemonitor).
  • Windows Server 2016 è riconosciuto correttamente.

Novità nella versione 4.0

  • Aggiornata la dipendenza psutil alla versione 2.2.1.
  • Performance molto migliorate nell'acquisizione delle informazioni sul carico della CPU.
  • Aggiunto il supporto al riconoscimento di Windows 10.
  • In Windows 10, verrà anche vocalizzato il numero di build.
  • Per accedere alla guida, si può utilizzare il gestore componenti aggiuntivi.

Novità nella versione 3.1

  • Resource Monitor supporta ufficialmente Windows 8.1.
  • Traduzioni aggiornate.

Novità nella versione 3.0

  • Aggiornata la dipendenza psutil alla versione 1.2.1.
  • Vocalizzazione della versione corrente di Windows, dell'architettura della CPU e del service pack se presente (NVDA+Shift+6).
  • Possibilità di cambiare i tasti rapidi dell'add-on (NVDA 2013.3 o superiore).
  • Possibilità di copiare ciascuna informazione sulle risorse negli appunti digitando i comandi due volte.

Novità nella versione 2.4

  • Nuove lingue: Cinese (semplificato), Ucraino.
  • Traduzioni aggiornate.

Novità nella versione 2.3

  • Aggiunta la traduzione in bulgaro.

Novità nella versione 2.2

  • Aggiunte le seguenti traduzioni: Arabo, Aragonese, Croato, Olandese, Finlandese, Francese, Galiziano, Tedesco, Ungherese, Italiano, Giapponese, Coreano, Nepalese, Polacco, Portoghese (Brasile), Russo, Slovacco, Sloveno, Spagnolo, Tamil e Turco.

Novità nella versione 2.1

  • Aggiornata la dipendenza psutil alla versione 0.6.1.
  • Corretto un grosso ritardo che si verificava quando si acquisivano informazioni sui drives.
  • Pulizia del codice.

Novità nella versione 2.0

  • aggiunto il supporto e i commenti alle traduzioni.

Novità nella versione 1.0

  • Versione iniziale